fbpx
Biglietti; auditorium: rosai;

auditorium rosai

Storia Breve di un lungo percorso

Breve Estratto

La bella storia dell'auditorium della scuola Ottone Rosai di Firenze.

Sono felice ( e mi va di raccontarvelo )

Oggi sono felice. Ma questa è la fine di una storia lunga, difficile, ma con il lieto fine.

Iniziamo proprio dalla fine: il 6 Maggio 2019 ore 18:00 verrà inaugurato l’auditorium della Scuola Secondaria Ottone Rosai di Firenze.

In questa storia mi piace raccontarvi il finale perchè è semplicemente frizzante.

Ieri sera c’è stato il Consiglio di Istituto e tra i punti dell’ordine del giorno da discutere c’era da ratificare o negare l’accordo che veniva proposto all’Istituto Comprensivo Rosai dal Comune di Firenze.

La scuola Rosai, che tanti anni fa è stata spostata dalla sua sede storica in via Circondaria per fare posto alla nuova stazione dell’alta velocità, presenta nel suo piano strutturale una scuola moderna, ben concepita, con ampie finestre, una palestra che sembra un piccolo palazzetto dello sport e un auditorium: chiuso.

Si, sono anni e anni che l’auditorium che può ospitare 348 persone compreso gli orchestrali, il coro e gli spettatori non veniva messo in esercizio: mancava un foglio, mancava una autorizzazione, insomma mancava la voglia di rendere la scuola ancora più bella.

Il Consiglio approva e qui nasce la cosa bella che vi voglio raccontare.

Mai il consiglio ha lavorato così velocemente e in accordo: una volta tanto genitori e docenti a testa bassa ci siamo messi ad organizzare la parte operativa e organizzativa della festa del 6 maggio.

Mi sono preso l’onere di far stampare i biglietti, ma come tutti, lavoro e quindi mi trovavo in difficoltà a farlo veloce e bene.

Mancano pochi giorni all’evento, nel mezzo c’è la festa del 1° maggio, un sabato, una domenica e risolvere la questione biglietti con un budget bassissimo era difficile.

Ma come spesso accade, i problemi si risolvono con un pizzico di fortuna, buona volontà e iniziativa.

Ho scritto una mail a Simone di Fotorapida, il negozio davanti al mio, non potevo allontanarmi, ma gli ho potuto dare le informazione che stavo cercando via computer.

Lui aveva un attimo di tempo libero da portermi dedicare, poteva pure pulire la sua vetrina o leggere il giornale, ma la parola “Scuola” fa spesso breccia e quindi ha preso in mano la situazione.

Lui ha dedicato un paio di ore del suo tempo e, da una bozza, ha tirato fuori il biglietto di invito e li ha anche numerati tutti.

Poi sempre lui, nella sua pausa pranzo è andato, è andato alla Copisteria Universale e lì in pochi minuti hanno stampato le meraviglie che vedete in foto. 

Io, come uno bambino, mi sono recato a scuola e ho iniziato a fermare tutti, facendo vedere cosa c’era dentro una scatolotta: come quando si mostrano i pulcini appena nati o i gattini che hanno ancora gli occhi chiusi.

“Guarda, guarda che meraviglia!” fermavo tutti davanti  a scuola mostrando, come un pazzo, la scatola semi aperta che conteneva i biglietti di invito della inaugurazione dell’auditorium.

Merito di tutti quei consigli di scuola del passato dove abbiamo spinto per avere quello che era lì e che non si poteva utilizzare, merito di chi oggi ha fatto un passo in più, merito di un quartiere che quando vuole è “tessuto attivo”, oggi il Quartiere 5 è più ricco e la scuola rosai e i suoi bambini hanno una possibilità in più.

Evviva.

Evviva il nuovo auditorium della Scuola Rosai.

Il signor Sotto

PS scusate gli orrori di ortografia, ma ho scritto di getto, mentre sto lavorando èperchè la gioia è incontenibile, vedere il risultato di tante battaglie ha il suo sentimento positivo.

La musica ha un grande potere:
ti riporta indietro nel momento stesso in cui ti porta avanti,
così che provi, contemporaneamente,
nostalgia e speranza.
(Nick Hornby)

Piedibus; Quartiere 5;

Piedibus Quartiere 5

Una IDEA vincente che valorizza gli anziani, responsabilizza i bambini e aiuta le famiglie. Un autobus umano che aiuta il Quartiere 5 ad avere meno traffico e più socialità.

Leggi Tutto »
Auto; strisce pedonali; Firenze;

Strisce Pedonali e Disabili

“un minuto è nulla se paragonato ad una vita” oppure a chi quel minuto gli dura da una vita. I disabili sono una mia priorità. Anche come battaglia quotidiana contro chi parcheggia sulle strisce o sui marciapiedi.

Leggi Tutto »

Il Signor Sotto vuole essere un piccolo blog dove l’economia e tutto ciò che le ruota intorno viene spiegata in maniera semplice e pratica. Se vuoi aiutarmi in questo progetto puoi fare 3 cose:
1) scrivimi a [email protected] per produrre articoli, suggerimenti, richieste di argomenti o segnalarmi qualcosa
2) donare 5 euro al mio blog per sostenre le spese vive dei computer, dei server, della grafica, ect
3) semplicemente iscrivendoti alla mia newsletter e condividendo i miei articoli su Facebook o Twitter.

Comunque Grazie di avermi dedicato il tuo tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Shares