fbpx
analisi; numeri; informazione;

Giornali, eNews, Radio, TV, Blog: i più seguiti a Firenze

Informazione a Firenze: chi e quanto incide

Breve Estratto

Una personale analisi sulla situazione della Informazione a Firenze e provincia. Giornali, Blog, Intenert, TV. Dati su cui ragionare.

Chi è più popolare nel mondo delle notizie?

Rispondere alla domanda “chi è più popolare tra chi di mestiere diffonde notizie” prevede una serie di analisi fatte prima di qualsiasi considerazione:
– definire chi fa notizia e chi invece la diffonde
– definire cosa si intende per popolarità
– misurare i numeri oggettivi connessi a tale analisi.

Proviamoci e discutiamone liberamente.

La notizia che viene riprodotta dai giornali cartacei, dai giornali on line, dai siti di informazione dovrebbe essere una notizia trovata, curata, ricercata e diffusa.
Ma non creata.

Invece chi crea la notizia proprio per mestiere possono essere i blogger, chi purtroppo incappa in una situazione che va raccontata, sui social o sui giornali, il tipico fatto accaduto, il ricercatore, il giornalista che vuole diffondere un reportage importante. Tra questi ci sono anche chi produce i Fake, le notizie false.
Anche loro vanno misurati.

Questa mia analisi, che ovviamente è veloce, superficiale e sbrigativa vuol solo far capire che ci sono due mondi che sono immersi nelle notizie: chi le fa e chi le diffonde, ma che non sono proprio così netti e separati.

Prendiamo ad esempio il mondo dei blogger, che sto cercando di curare in un altro articolo (QUI): loro possono essere cronisti di fatti, di luoghi e di notizie, ma sono anche coloro che creano una notizia e la diffondono sui social: ad esempio quando raccontano un piatto di un ristorante o un albergo e suoi servizi possono raccontare asetticamente o creare la notizia.

In questo articolo ho deciso di analizzare solo coloro che la notizia la riproducono al proprio pubblico senza crearla, per quanto sia possibile questa analisi.
Invece per chi la crea la notizia vi rimando ad un altro articolo.

Chi diffonde la notizia a Chi: definiamo il pubblico

Nel 2018 la popolazione Toscana è stata di circa 3.737.000 persone, di cui a Firenze 380.000 persone che salgono con la sua provincia a circa 1.000.000 di persone.

L’area Toscana è di circa 23.000 km²,  Firenze e provincia sono circa 3.800 km².
Quindi in 3800 km² insisistono ben 1.000.000 di persone.

Eta Media 46,8 anni tendente a salire.
PIL pro capite € 30.050 tendenza stabile.

Industrie e attività in Toscana sono circa 323.000 di cui circa 1/3 presenti in provincia di Firenze e il 2,3% si occupa di comunicazione

Quindi per la mia analisi considererò un pubblico di circa 1 milione di persone su una area di 3.800 km², con una eta media di 46 anni e un PIL di 30.000 euro.

I mezzi di informazioni: quali e quanto informano

I mezzi di informazione considerati sono  4: TV, Internet, Radio, quotidiani.

Dati di accesso tutti i giorni ai seguenti mezzi di informazione: Toscana(blu)Italia(rosso)

TV
71,6%
68,8%

Internet
39,7%
41,8%

Radio
25,9%
24,6%

Giornali
20,1%
17,3%

La Toscana è una Regione che si informa di più rispetto alla media italiana, ma sconta ancora problemi di accesso al web a causa della propria conformazione geografica, dove le montagne e le isole non favoriscono questo tipo di comunicazione.

Personalmente credo che questo tipo di classificazione, ricavata dagli studi del Co.re.Com, l’organo funzionale dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni sul territorio, la trovo assolutamente vecchia e poco funzionale. ( LINK allo Studio Agcom )
Pensiamo a internet che viene considerato un mezzo di comunicazione a parte, come se avesse una via di comunicazione propria.
Internet ormai va considerata una “strada” della comunicazione: i giornali come La Repubblica sono il terzo quotidiano cartaceo per diffusione in Toscana (9,6%) ed il primo on line (24,2%).
Quanta informazione viene riprodotta on line rispetto al cartaceo? Moltissima, spesso al cartaceo tocca fare articoli di approfondimento che sono già usciti on line il giorno prima.

Quotidiani cartacei a confronto coi Quotidiani Online.

Le copie vendute dei quotidiani cartacei stanno diminuendo sempre di più ( -12% annuo): in Toscana sono scesi da quasi 120 milioni di copie l’anno a meno di 80 milioni di copie l’anno. ( Fonte Fieg

I quotidiani on line stanno avendo una crescita circa del +6% annuo ( strumento misurazione online ).

Mentre per la stampa possiamo accedere a dati forniti dalla loro federazione, per le misurazioni online mi affido a strumenti di terzi che riesco a captare il volume di traffico presunto di ogni sito.

Nemmeno Google può dire esattamente quanti accessi ci sono su un sito, perchè riesce a misurare “quante ricerce ci sono state sul suo stesso motore di ricerca” che portano come risultato ad un sito, ma non può sapere quante persone raggiungono le notizie di un sito passando da un Social Network, quanti cliccando da una mail o quanti hanno digitato direttamente il nome del sito come per esempio www.ilsignorsotto.it 

I Quotidiani cartacei in Toscana ( 110 testate ) hanno la seguente penetrazione:

  1. Quotidiano Nazionale ( La Nazione )= 32,6%
  2. Il Tirreno = 20,3%
  3. La Repubblica = 9,6%
  4. Il Corriere Fiorentino = 8,5%
  5. Corriere della Sera = 6,1%
  6. Gazzetta dello Sport = 5,2%
Consideriamo che a Firenze ci sono 29 testate giornalistiche, a Prato 5 a Pistoia 6.

eNews: quotidiani on line

I Quotidiani di eNews sono molto più difficili da analizzare perchè non ho dati uffiali, ma credo di aver ottenuto degli ottimi risultati. Eccoli.

Ho suddiviso i quotidiani a tiratura nazionale e sotto ho elencato le testate online che parlano della provincia di Firenze in modo da avere una analisi di confronto.
Delle singole testate viene fuori una classifica che analizza:
query posizionate (domande poste dagli utenti a Google: chi ha fatto gol in barcellona Liverpool? e che il sito da una risposta pertinente)
query brand (domande dirette alla ricerca di un vero e proprio marchio o nome come per esempio scrivere Repubblica su Google per andare al sito di repubblica.it)
analisi dell’engagement sui social dei loro posizionamento (analisi dei fan delle pagine e della loro reazione e condivisione di post, notizie, foto).

Classifica

Siti Nazionali:
www.repubblica.it  voto 84/100 in crescita
www.corriere.it       voto 80/100  stabile
www.lanazione.it    voto  68/100 in leggera crescita

Siti Locali:
www.gonews.it        voto 63/100  arriva primo a fine 2018, il suo volume passa da 170.000 a 230.000, oggi è in leggero calo di assestamento dopo un anno estremamente positivo 
www.firenzetoday.it    voto 62/100 secondo a fine 2018 un leggero continuo miglioramento, meno tumultuoso di gonews, ma più consolidato. Oggi gioca per il primoposto.

firenze.repubblica.it     voto  57/100 terzo in classifica a fine 2018 partendo da primo. Si vede che c’è in atto una sorta di ripensamento del sito locale a favore di quello nazionale e altri strumenti di ingaggio
www.nove.firenze.it      voto  40/100 quarto distanziato di oltre 6 volte il volume dal primo, ha un exploit i primi giorni di luglio, poi torna alla sua normalità

 

Stranamente, non abbiamo mai avuto più informazioni di adesso, ma continuiamo a non sapere che cosa succede.
(Papa Francesco)

In coclusione mi sembra banale dire che è sotto gli occhi di tutti il fenomeno della materializzazione della informazione, dove i giornali prima hanno ceduto il passo al web e adesso, ognuno con strategie diverse, sta andando a riprendersi il pubblico lettore.

Cambia il mezzo e quindi cambia anche il tipo di informazione e se questo articolo vi ha dato un minimo di soddisfazione o curiosità fatemelo sapere che approfondirò ogni vostra richiesta o curiosità.

Sono candidato al Quartiere 5 Lista Civica
“Firenze è la città che siamo”
 a sostegno della candidatura di Dario Nardella

SCHEDA VERDE: CERCA IL SIMBOLO
“LISTA CIVICA NARDELLA”
SCRIVI SOTTOCORNOLA

Il Signor Sotto vuole essere un piccolo blog dove l’economia e tutto ciò che le ruota intorno viene spiegata in maniera semplice e pratica. Se vuoi aiutarmi in questo progetto puoi fare 3 cose:
1) scrivimi a [email protected] per produrre articoli, suggerimenti, richieste di argomenti o segnalarmi qualcosa
2) donare 5 euro al mio blog per sostenre le spese vive dei computer, dei server, della grafica, ect
3) semplicemente iscrivendoti alla mia newsletter e condividendo i miei articoli su Facebook o Twitter.

Comunque Grazie di avermi dedicato il tuo tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Un commento su “Giornali, eNews, Radio, TV, Blog: i più seguiti a Firenze”

ATTENZIONE!

non chiudere questo avviso

Vorrei avere la possibilità di mandarti una mail ogni mese dove ti ricordo gli articoli scritti. Non ho altra ricchezza se non i miei lettori. Mi lasci la tua mail?