fbpx
copertina; tramvia; documenti;

Abbonamento Famiglia Tramvia

Abbonamento Famiglia e Under 14 per i trasporti pubblici a Firenze

Breve Estratto

l'abbonamento famiglia o un abbonamento speciale per gli under 14 possono essere una soluzione ottimale per i fiorentini. Numeri, dati, considerazioni.

La Tramvia di Firenze ci ha cambiato

Ogni fiorentino che abita, vive o lavora nei tratti della città interessata dalla Tramvia ha sicuramente cambiato il proprio stile di vita.
Se no lui personalmente, qualche suo familiare di sicuro.
Il percorso ad arrivare a questa situazione è stato lungo e noi lo abbiamo già approfondito con le tappe sulla realizzazione della tramvia.

L’impatto sul traffico cittadino è stato notevole nel bene e in qualche punto della città nel male, ma sicuramente il risultato finale è positivo.

La Tramvia i numeri recenti

Prima di passare alla proposta finale vi propongo i dati sulla Tramvia che ho trovato nel D.U.P. ovvero il Documento Unico Programmatico sul quale si fonda tutta l’azione amministrativa dei prossimi TRE anni.

Dal D.U.P. riporto fedelmente:
” I dati mensili sul numero dei passeggeri della tramvia sono forniti da GEST (gestore del sistema tramviario) e sono relativi agli utenti che sono stati trasportati dalla Linea 1, avviata il 14 febbraio 2010.

Nel 2018 tale numero ( * totale passeggeri * ) risulta pari a 19.141.177, in aumento del 35,9% rispetto all’anno precedente (quando erano 14.087.002).

I primi quattro mesi del 2019 segnano un ulteriore forte incremento rispetto allo stesso periodo del 2018, passando da 4.854.191 a 8.249.133 (+69,9%).

Dal 2017 l’aumento del numero di passeggeri è costante e graduale, ma è da settembre 2018 che diventa molto evidente.

Dall’11 febbraio 2019 entra in esercizio anche la Linea 2, che collega Piazza dell’Unità italiana all’aeroporto Vespucci.

Nei primi tre mesi di attività si registra un trend crescente del numero di passeggeri, che sono più che raddoppiati passando da 437.404 a 897.634 (+105,2%) “.

 

Passeggeri; Tramvia; tabella; Numeri;

La Tramvia i numeri recenti

In campagna elettorale avevo portato alla luce il problema dell’impatto economico dell’uso della Tramvia da parte delle famiglie e ne avevo fatto un punto da portare alla attenzione della Amministrazione Comunale.

Questo stiamo proponendo, adesso vi dico anche “con chi” ho lavorato.

I risparmi sono una cosa molto buona soprattutto se i tuoi genitori li hanno fatti per te.
(Winston Churchill)

Ho scritto un documento che ad oggi non è una mozione, ma è un documento di lavoro che già gira sui tavoli di molte persone.
L’ho scritto a 4 mani con il mio amico Giuseppe Gallo, lo abbiamo letto e limato in qualche aspetto con Cristiano Balli Presidente del Quartiere 5 che mi ha lasciato mano libera di asssumermi la responsabilità di tale documento e lo ha adottato pienamente la nostra Capo Gruppo Lista Nardella in Comune: Mimma Dardano con il sostegno degli amici Donata Bianchi e Renzo Pampaloni sempre del Consiglio del Comune.

Ecco uno stralcio del documento presentato come Bozza di lavoro e dopo la richiesta:

“….. Il costo del trasporto pubblico per le famiglie ha infatti un aumento quasi lineare, ovvero ogni membro in più della famiglia che partecipa ad un corsa su tram o autobus, aumenta proporzionalmente il prezzo complessivo, tranne nel caso di famiglia con due figli che analizzeremo più avanti.
Questo si traduce in molti casi con la preferenza del mezzo di proprietà, con conseguenze negative sul traffico e inquinamento.

Alcuni dati o situazioni tipo di utilizzo della Tramvia

Modello di Famiglia base ( anche se i dati statistici ci dicono che le famiglie sono un numero leggermente superiore dati del DUP )
Nel caso di una famiglia composta da tre persone, con un bambino di altezza superiore ad un metro (l’altezza è attualmente la discriminante per la gratuità del biglietto).
Attualmente il costo dell’abbonamento annuale ordinario è 310 €uro a persona (260 €uro per chi gode dell’agevolazione ISEE), quindi per la suddetta famiglia l’abbonamento verrebbe a costare 620 €uro (520 €uro con l’ISEE).
I due genitori si vedrebbero comunque costretti a pagare un ulteriore biglietto.
Gli stessi numeri prendono ancora più valenza se consideriamo la spesa con biglietti ordinari.

Esempio Pratico di spesa per famiglia per un passaggio in Tramvia

Una famiglia composta da tre persone decide di utilizzare la tramvia.
Il costo del biglietto sarà € 1.50 x 3 (membri) all’andata più € 1.50 x 3 al ritorno per complessivi 9 €uro. (8,40 €uro se ogni membro della famiglia utilizza un “carnet” da 10 corse, che è personale ).

Una famiglia che decida di andare in centro con la macchina sosterrebbe i seguenti costi per una sosta di 4 ore nei pressi del centro:
– Parcheggio Stazione S.M. Novella: 15.20 €uro
– Parcheggio in strada in ZCS1: 11 €uro (0 €uro dopo le 20:00 o in caso di festivo)
– Parcheggio Mercato Centrale: 8 €uro
– Parcheggio Sant’Ambrogio: 8 €uro

In due casi su quattro l’auto di proprietà risulta più conveniente del tram.
Nel caso di meno ore di permanenza o di più persone di una famiglia l’auto risulta quasi sempre economicamente più vantaggiosa.

Questo finisce per disincentivare l’utilizzo del trasporto pubblico, proprio là dove avrebbe un valore fortemente educativo nei confronti delle nuove generazioni.

Per quanto concerne il Trasportatore pubblico dobbiamo considerare quanto segue.
Con l’introduzione di un abbonamento famiglia si andrebbe ad incentivare l’uso del mezzo pubblico, proprio perchè già pagato, anche a quei membri della famiglia stessa che per loro abitudini o necessità solitamente non usano il mezzo pubblico.

L’abbonamento famiglia dovrebbe prevedere una tariffa che sia leggermente superiore alla media di adulti presenti nei nuclei familiari fiorentini che secondo i dati contenuti nel DUP è di quota 2.

Con un abbonamento del genere si andrebbe a favorire l’adozione del mezzo pubblico ad una platea più estesa….. “

Il nuovo abbonamento famiglia per la tramvia di Firenze

Questa la ipotesi del mia richiesta con un Ordine del Giorno o altro strumento:

CONSIDERANDO che:

  • lo sviluppo delle linee tramviarie sta avendo sulla città di Firenze un impatto molto positivo, sia dal punto di vista del servizio, sia dal punto di vista ambientale;
  • l’utilizzo della tramvia produce una diminuzione del traffico privato e conseguentemente una riduzione dell’inquinamento da polveri;
  • L’utilizzo dei mezzi pubblici è indubbiamento il mezzo di trasporto più sicuro 
  • il trasporto pubblico cittadino è un servizio regolato dal pagamento di un biglietto o dalla sottoscrizione di un abbonamento (mensile, trimestrale, semestrale, annuale);
  • esistono delle forme di abbonamento a prezzo ridotto che tengono conto o dello status di studente o dei redditi tramite la presentazione del modello ISEE;

VISTO che:

  • il costo da sostenere per l’utilizzo di un qualsiasi mezzo di trasporto pubblico è comunque una barriera all’utilizzo stesso;
  • è interesse generale e diffuso favorire l’utilizzo dei mezzi pubblici e ampliarne la platea;
  • la tutela dell’ambiente è’ un argomento particolarmente sentito e attuale;
  • non è previsto nessun tipo di biglietto o abbonamento che tenga conto dello status di under 14 o dello status di famiglia;
  • a fronte di un minor costo per l’acquisto del biglietto da parte della utenza, come per esempio una famiglia, è prevedibile un notevole aumento dei passeggeri che altrimenti non avrebbero utilizzato il mezzo di trasporto.
    L’aumento dei passeggeri paganti si tradurrebbe quindi in un maggior introito per il Gestore.

IMPEGNA il Presidente del Quartiere 5 a farsi portatore della richieste:

  1. Richiedere l’introduzione della tariffa gratuita per gli Under 14” residenti nell’area metropolitana fiorentina per l’utilizzo di tutti i mezzi pubblici;
  2. Richiedere l’introduzione dell’ “Abbonamento Famiglia” che preveda una tariffa agevolata e unica per tutti i membri di una famiglia dell’area metropolitana di Firenze

Precisazione Importante

Ci tengo a precisare che per me il termine famiglia è stato molto a lungo pensato, perchè non volevo che prendesse l’accezione più stretta, ma anzi la più larga possibile, per me famiglia è chi “si vuole bene e si riconosce autonomamente come una famiglia”, anche se per la legge potrà essere utilizzato “lo stato di famiglia”.

Mi sono preso un impegno e lo sto mantendo anche grazie al vostro supporto.

Grazie

Il Signor Sotto vuole essere un piccolo blog dove l’economia e tutto ciò che le ruota intorno viene spiegata in maniera semplice e pratica. Se vuoi aiutarmi in questo progetto puoi fare 3 cose:
1) scrivimi a [email protected] per produrre articoli, suggerimenti, richieste di argomenti o segnalarmi qualcosa
2) donare 5 euro al mio blog per sostenre le spese vive dei computer, dei server, della grafica, ect
3) semplicemente iscrivendoti alla mia newsletter e condividendo i miei articoli su Facebook o Twitter.

Comunque Grazie di avermi dedicato il tuo tempo.

Leggere; disegno;

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Shares